Ray Ban Wayfarer Original 54Mm

Cerca un cinemaCerca un cinemaCerca un cinemaDalla fantascienza al dramma passando per il thriller, i trailer in uscita oggi promettono titoli forti. Macchine mortali diretto dal premio Oscar Christian Rivers ci proietta a migliaia di anni nel futuro, in un mondo distopico in cui la civiltà è stata distrutta da un potente cataclisma, la Terra appare una landa desolata e le città hanno ruote per spostarsi. Gli sceneggiatori delle trilogie de Lo Hobbit e Il signore degli anelli promettono una nuova sorprendente avventura..

Times, Sunday Times (2012)An augmented reality feature shows you the way as you scan the street. Times, Sunday Times (2012)This beautifully landscaped area features two exceptional lodges. The Sun (2012)This softens the face so the features in the middle become the focus.

Nessuno si sarebbe mai aspettato che questo ragazzino smilzo diventasse un’immagine in movimento nei frame delle migliori pellicole italiane del nostro panorama cinematografico. Così come nemmeno la sua famiglia si sarebbe mai aspettata che proprio la recitazione entrasse così prepotentemente nel suo destino. Gifuni è come un bellissimo dipinto, una perfetta macchia di inchiostro accanto alla parola “cinema”, un piccolo movimento che si agita dentro lo spettatore come un’impercettibile oscillazione della voce.

Senza essere pedantemente didattico o buonista, questa seconda opera brasiliana indaga e approfondisce lo sviluppo caratteriale ed emotivo dei ragazzi, le attese della giovinezza e la crescita della passione, per una compagna di scuola, per il teatro o per la musica. E proprio la musica svolge un ruolo predominante nella formazione del giovane Hermano, impegnato nello studio della chitarra classica e deciso a trovare una voce per cantare e dirsi. La sua voce over e ridondante, perché immerge in una finta lontananza una materia narrativa che necessitava forse di un trattamento più vivo e meno impagliato nei toni della rimembranza elegiaca, lo introduce e lo coglie in quell’età ingrata in cui si prova a ritagliarsi uno spazio nel mondo cercando credito (anche) fuori dalla famiglia.

Un corpo docenti, formato anche dalla professoressa di francese Mélanie Desmoulins (l’attrice Diane Fleri), alle prese con gli studenti (Federico Costantini è Claudio Rizzo, il duro della classe), ma anche con fatti di cronaca e attualità. Una serie giudicata meno accattivante dei telefilm di questo genere, per il suo modo di raccontare la vita di tutti i giorni senza troppi luoghi comuni, ma guardando ai fatti. Il tutto raccontato attraverso l’esperienza di vita, la pazienza e la sensibilità del professor Cicerino, che guarda alla ragion d’essere dei suoi alunni.

Lascia un commento