Identify Fake Ray Ban Aviator Sunglasses

La moda per bimbe rockRouches, paillettes, borchie, inserti in pelle e fur (naturalmente eco): le bimbe amano i dettagli femminili ma con ingredienti rock e unconventional. Lo dice chiaro la collezione Fracomina, un concentrato sbarazzino di energia in chiave hip hop e glam street. Ma anche Guess Kids, tra giubbotti in denim con ricami a contrasto, abiti fantasia e chiodo in pelle alternativo, o Boboli, brand spagnolo che propone vestitini fiorati romantici, pratici ma sempre fashion.

Gli anni Ottanta sono sotto il segno di Mario Merola, che diretto da Alfonso Brescia, lo sceglie come suo interprete ne Zappatore (1981) o Napoli, Palermo, New York Il triangolo della camorra (1981).Dal 1981 al 1993, lavora con Luisa Conte e Carlo Taranto mettendo in scena ben nove commedie di successo fra cui spiccano: “Ce pensa Mammà”, Signori Biglietti”, “Impriesteme a muglierata” e “Angelarosa Schiavone”, anche se nel frattempo non smette di partecipare come macchietta in pellicole di dubbio gusto come Pierino la peste alla riscossa (1982), nel ruolo dell’odiato e poco temuto Maestro Stanghetti. Nel 1987, debutta perfino come coregista ne “Qui siamo tutti pazzi”, monologo teatrale con le musiche di Toni Sorrentino.Il nuovo decennio gli porta altro teatro in giro per l’Italia, prima nella parte del regista (“Tre Cazune fortunate”, “Non è vero ma ci credo” e “Quaranta ma non li dimostra”) e poi in quella di attore ritrovando come partner Rosalia Maggio, con la quale ricrea un importante sodalizio artistico. Riconfermato un talento come interprete, regista, autore e adattatore conquista definitivamente Napoli con “Ecco Francesca da Rimini”, “Un mese di villeggiatura”, “Quaranta mbruoglie pe nu figlio” “‘e nepute d’o sindaco”, i classici “San Giovanni Decollato”, “Il malocchio” e “Miseria e nobiltà”, ancora “Non è vero ma ci credo” ed infine “Caviale e lenticchie”.Nanni Loy lo riporta al cinema con Pacco, paccotto e contropaccotto (1993), cui seguirà una lunga assenza dal grande schermo, mentre nel piccolo schermo apparirà nella miniserie di Canale 5 Anni ’50 di Carlo Vanzina con Ezio Greggio.

Caruso. Una pellicola che gi ai suoi tempi era stata per promossa da astute tecniche di marketing e poteva vantarsi di un cast d A partire dall giovane e bellissima Angelina Jolie (che stava cavalcando l del successo dopo la strepitosa performance da girl interrupeted), a Kiefer Sutherland per finire con l ed enigmatico Ethan Hawke. Il thriller in questione si rivela essere abbastanza esile di per se e discreto..

Lascia un commento